Le zone più frequentemente colpite dal melanoma

Un melanoma può comparire in qualsiasi parte del corpo, anche in zone non esposte direttamente al sole. Le zone più frequentemente colpite sono il dorso, le gambe e le braccia.

Tuttavia un melanoma può svilupparsi anche sotto le unghie dei piedi e delle mani, sulle piante dei piedi e sui palmi delle mani, sulle mucose di bocca, naso, vagina e ano.  

esame della pelle

La regola ABCDE

Un melanoma può apparire in modi differenti: per esempio marrone scuro/nero, con aspetto variabile, atipico. Un’anormalità della pelle in crescita o rapido cambiamento che non scompare, sia colorata che non, dovrebbe essere sottoposta all’esame del medico. Il sanguinamento potrebbe essere il segno di un melanoma in stadio più avanzato.

Variazioni di dimensioni, forma e colore di un neo sono spesso il primo segnale che potrebbe trattarsi di un melanoma. Queste alterazioni possono verificarsi su un neo esistente o apparire come un neo nuovo o dall’aspetto anomalo.

La regola ABCDE è molto utile per ricordare i segnali d’allarme:

Asimmetria: la forma di una metà del neo non coincide con l’altra.

Bordi: i bordi sono irregolari o sfumati.

Colore: possono essere presenti sfumature di nero o marrone, ma si possono osservare anche aree di bianco, grigio, rosso o blu.

Dimensioni: il diametro è generalmente superiore a 6 mm o è aumentato.

Evoluzione progressiva: il neo ha cambiato dimensione, forma, colore, aspetto o sta crescendo in un’area di pelle precedentemente normale. Quando un melanoma cresce su un neo pre-esistente, la consistenza del neo può cambiare e diventare dura o grumosa. Sebbene la pelle possa apparire diversa e prudere o sanguinare, il melanoma di solito non provoca dolore.

La regola ABCDE

Se sei preoccupato per uno di questi segni o sintomi, parlane immediatamente con il tuo medico, che ti farà alcune domande (per esempio da quanto tempo e quanto spesso osservi questi segni/sintomi) che lo aiuteranno a porre la diagnosi.

Come riconoscere subito un melanoma?

L’identificazione precoce di un melanoma è la chiave per aumentare le probabilità di un successo terapeutico e la sopravvivenza. Riconoscere i segnali d’allarme e un autoesame della pelle aiuta a identificare precocemente il melanoma, in una fase in cui la malattia è curabile.

Auto esame della pelle

Dovrebbe essere eseguito di fronte a uno specchio a figura intera in una stanza ben illuminata. Può essere utile il coinvolgimento di un’altra persona per controllare la testa e il retro del collo.

  • Controlla fronte e retro di tutto il corpo allo specchio, quindi la parte destra e sinistra, con le braccia alzate.
  • Piega i gomiti e osserva attentamente l’interno e l’esterno degli avambracci, le braccia (soprattutto il retro) e le mani.
  • Osserva con attenzione la parte frontale, i lati e il retro delle gambe e i piedi, comprese le piante e gli spazi tra le dita.
  • Dividi i capelli per sollevarli, esamina il retro del collo e il cuoio capelluto con uno specchio.
  • Controlla la schiena, l’area genitale e i glutei con uno specchio a mano.

 Consulta il tuo medico nel caso in cui osservi:

  • una crescita sulla pelle che coincide con una caratteristica della regola ABCDE
  • una nuova crescita sulla pelle
  • un cambiamento sospetto di un neo esistente o di una macchia
  • una sensazione insolita di un neo, come prurito o formicolio.

Esami clinici per la diagnosi precoce

Un esame non invasivo è la microscopia a epiluminescenza o dermoscopia. Per eseguirlo, il medico usa uno strumento a mano, il dermoscopio, che gli consente di valutare dimensioni, forma e pigmentazione delle lesioni della pelle.